Dettagli adesione

Informazioni personali e sulla candidatura

Debora
Serracchiani

Social media

www.serracchiani2013.it

Sicurezza sulle strade

Sicurezza sulle strade con l’obiettivo di ridurrre della metà il numero dei morti e feriti sulle strade entro 5 anni.
Io mi impegno:

a fare sì che la Regione si doti al più presto di linee guida sulle Zone 30 (prendendo esempio da quelle realizzate dalla Regione Piemonte ) e si adoperi affinché nel bilancio della Regione per tutta la durata della legislazione siano previsti incentivi ai comuni per la realizzazione di zone 30.
affinché nel bilancio della Regione per tutta la durata della legislatura sia previsto il rifinanziamento del bando triennale per la messa in sicurezza delle aree scolastiche e dei percorsi casa scuola.
a promuovere campagne di comunicazione centrate sulla prevenzione e il rispetto degli utenti non motorizzati (pedoni/ciclisti/anziani/bambini) e costruite in modo partecipato.
affinché nel bilancio della Regione per tutta la durata della legislatura ci siano degli incentivi per interventi per la sicurezza dei ciclisti sia in ambito urbano (come ad esempio per la realizzazione di corsie ciclabili sulle arterie a scorrimento veloce in città, semafori e spazi dedicati agli incroci) che extra urbano (con la separazione dei percorsi dove necessario)
a promuovere la sperimentazione di sistemi di autocontrollo (sensori automatici per l’alcool), sull’esempio di altri paesi, per impedire la guida in stato di ebbrezza
alla Revisione/Aggiornamento del Piano regionale per la sicurezza stradale con l’inserimento di una sezione esplicitamente dedicata all’utenza non motorizzata e con l’inclusione, nella consulta regionale per la sicurezza stradale, di rappresentanti di categorie di utenti non motorizzate.
Il mio impegno per la Sicurezza sulle strade: Nel mio programma ho preso l'impegno di diminuire il costo sociale pro-capite degli incidenti del 40%; avvieremo, in accordo con i Comuni, il governo della mobilità e dei flussi di traffico su area vasta e urbana attraverso la valutazione e specializzazione di itinerari per accrescere la sicurezza

Trasporto Pubblico

Trasporto pubblico con l’obiettivo di dare un servizio accessibile, affidabile e di qualità ai pendolari.
Io mi impegno:

a revocare i tagli al trasporto pubblico
a definire un programma regionale di investimenti nel trasporto pubblico (organizzazione della rete, mezzi di trasporto, nuove tecnologie per l’informazione degli utenti)
ad istituire la tessera unica regionale per il trasporto pubblico (bus e treni)
a sviluppare i servizi a chiamata per le fasce orarie notturne e festive e per le aree mal servite dal trasporto pubblico tradizionale
a utilizzare, per il trasporto locale e interregionale, i fondi che ora vengono sprecati per grandi opere inutili e dannose
a regionalizzare la linea ferroviaria Gemona-Sacile e bloccare ulteriori dismissioni della rete da parte di RFI
il mio impegno per il trasporto pubblico: Sono contraria a tutte le opere quando sono inutili e dannose. Per decidere sulle opere valuteremo l'utilità per lo sviluppo del nostro sistema economico, per questa parte d'Italia e per tutti i Paesi interessati, la sostenibilità economica ed ambientale.

Mobilità urbana

Mobilità urbana, con l'obiettivo 20-20-20 (a piedi-bici-bus) ovvero il 60% degli spostamenti senza utilizzo del mezzo privato a motore.
Io mi impegno:

affinché la Regione dia sostegno (economico, normativo etc.) al car sharing come integrazione del trasporto pubblico locale
a favorire l’ntegrazione dell'uso della bicicletta con i mezzi di trasporto pubblico prevedendo la possibilità di carico delle biciclette su tutti i mezzi (treni, bus urbani ed extraurbani, battelli) e favorendo nel contempo l’intermodalità attraverso interventi come bicistazioni, bike-sharing, parcheggi bici adeguati e sicuri etc.
per una nuova legge regionale sulla ciclabilità (a modifica della LR 14/1993) che preveda l’istituzione dell’ufficio regionale mobilità ciclistica con il compito di coordinare le attività e sviluppare le azioni per la crescita della mobilità ciclistica nel FVG
per la Smart mobility, organizzando “Centrali di mobilità” (sul modello ad esempio di Roma e/o Milano) per dare informazioni personalizzate ai cittadini sull’offerta pubblica e privata di mobilità e servizi innovativi (bike sharing, car pooling)
a rivedere la legislazione urbanistica esistente e a dotare la Regione di uno strumento urbanistico regionale di area vasta che punti a bloccare il consumo di suolo e la dispersione urbana e pianifichi la gestione e localizzazione dei servizi per ridurre le necessità di mobilità
affinché la Regione solleciti le autonomie locali a predisporre Piani Urbani della Mobilità in un’ottica di riequilibrio modale (obiettivo 20-20-20) e con l’indicazione di direttive per integrare gli obiettivi di ciclabilità nei regolamenti edilizi.
Il mio impegno per la mobilità urbana: Intermodalità, ciclabilità, pianificazione sono i miei indirizzi programmatici per incentivare una nuova mobilità ed aumentare gli utenti del trasporto pubblico locale urbano.

Turismo Sostenibile

Turismo sostenibile (cicloturismo e turismo lento) come fonte di sviluppo economico e tutela e valorizzazione dei territori.
Io mi impegno:

a favorire lo sviluppo di servizi di mobilità dolce (camminate e trekking, percorsi in bici) e servizi di trasporto dedicati su ferro, gomma e acqua nella promozione delle risorse culturali, naturalistiche, turistiche, enogastronomiche ed agroalimentari della regione
alla promozione dell’offerta del turismo sostenibile attraverso i circuiti della promozione turistica classici (fiere etc) e delle reti del turismo sostenibile
a favorire (con opportuni incentivi finanziari) il completamento ed il collegamento degli itinerari ciclabili già realizzati nel FVG, per promuovere un rilevante incremento della mobilità ciclistica sia in ambito urbano che extraurbano
a completare la predisposizione del Piano Regionale della Viabilità Ciclistica previsto dalla LR 14/1993, affiancando alla già individuata ReCIR (Rete delle Ciclovie di Interesse Regionale), le norme tecniche relative, in particolare alla segnaletica integrativa, alle intersezioni con la viabilità veicolare, agli interventi di moderazione del traffico e alle pavimentazioni
a proporre un’offerta del turismo slow e naturalistico appositamente studiata per il turismo scolastico.
a garantire il trasporto di un numero adeguato di bici sui treni per stimolare/promuovere la formula bici + treno con speciale attenzione all’asse ferroviario Trieste-Udine-Tarvisio-Villach nei mesi estivi.
Il mio impegno per il turismo sostenibile: Il turismo rappresenta uno dei comparti da cui è possibile cogliere opportunità di creare ricchezza e posti di lavoro. Abbiamo preso l'impegno di incentivare il turismo sostenibile sostenendo ad esempio la fruizione del patrimonio paesaggistico ed ambientale di cui la nostra montagna è custode

Pedonalità, Ciclabilità, Trasporto collettivo

Pedonalità, ciclabilità e promozione del trasporto collettivo come strumento di salute e benessere e di riduzione dell'inquinamento.
Io mi impegno:

affinché nel bilancio della Regione del 2014 ci sia il rifinanziamento del bando triennale per l’attivazione e sperimentazione di servizi di pedibus e bicibus.
a promuovere l’adozione di incentivi ai lavoratori dipendenti per raggiungere il posto di lavoro con trasporto pubblico, bici, car sharing, car pooling.
a favorire l’integrazione dell’uso della bicicletta con i mezzi di trasporto pubblico, prevedendo la possibilità di carico delle biciclette su tutti i mezzi (treni, bus urbani ed extraurbani, battelli) e favorendo contemporaneamente l’intermodalità attraverso interventi come: bicistazioni, bike-sharing, parcheggi bici adeguati e sicuri, etc.
a promuovere una graduale trasformazione del parco veicoli per trasporto studenti/scolari in automezzi a gas metano o elettrici
a far si che la regione FVG aderisca ufficialmente alle iniziative internazionali e nazionali a favore della mobilità sostenibile come ad esempio la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile (EMW) il Bike to Work Day ed altre.
a garantire a livello di bilancio regionale fondi adeguati per interventi di mobilità nuova nella convinzione che questa sia un’azione di prevenzione primaria per salute, socialità e sicurezza, con vantaggio anche in termini economici
il mio impegno per pedonalità, ciclabilità e trasporto collettivo: Nel programma elettorale ho preso l'impegno di sostenere i Comuni nei programmi di pedibus, zone 30 e nel dare continuità ai percorsi ciclopedonali in contesti urbani fragili.