Comunicato stampa campagna “Mobilità Nuova FVG: al centro le persone”

Sintesi della conferenza stampa sulla campagna “Mobilità Nuova FVG: al centro le persone” – sabato 13 aprile, ore 11.30, Caffè San Marco, via Battisti 18, Trieste

IMG607Le associazioni promotrici della campagna “Mobilità Nuova FVG: al centro le persone”, che sono la FIAB – Federazione Italiana Amici della BiciclettaLegambienteISDE – Associazione Italiana Medici per l’AmbienteACP – Associazione Culturale PediatriWWFU.N.I.Vo.C. – Unione Nazionale Volontari pro Ciechi e AIFVS  – Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, ritengono che siano necessari profondi cambiamenti nelle scelte e nelle politiche riguardanti la mobilità quotidiana delle persone, sia in Regione Friuli Venezia Giulia che in Italia.

Vediamo che grandi risorse economiche e tutta l’attenzione della politica sostengono un modello invivibile di mobilità motorizzata (anche gli spostamenti brevi si fanno in auto e in motorino, il trasporto pubblico viene colpito dai tagli ma non vengono tagliati gli investimenti nelle grandi opere).

Ricordiamo anche il costo enorme del modello attuale di mobilità:  nel DECENNIO 2001-2010 IN ITALIA 55.171 PERSONE SONO DECEDUTE, 3.115.850 SONO RIMASTE FERITEIN 2.208.778 INCIDENTI E CIRCA 300 MILIARDI DI EURO SONO STATI I COSTI SOCIALI associati.

Vogliamo invece che al centro delle politiche e della spesa pubblica vengano messi gli interessi concreti dei cittadini che ogni giorno vanno al lavoro o a scuola (i pendolari), e di tutti quelli che nell’attuale sistema di mobilità costituiscono la cosiddetta “utenza non motorizzata” (ciclisti, pedoni, bambini, anziani), mentre sono questi i modi di muoversi che riducono l’inquinamento da traffico e i consumi di energia fossile, migliorano le nostri condizioni di salute (obesità, patologie cardiovascolari e respiratorie, ecc.), favoriscono la socializzazione dei bambini (pedibus) e degli anziani, nonché la sicurezza sociale. Ad esempio la sicurezza sulle strade aumenterà se aumenteranno le zone a 30 km/h, i percorsi e le piste ciclabili.

Con la petizione on-line (www.change.org/mobifvglanciata in vista delle elezioni regionali 2013  i cittadini chiedono ai candidati un cambiamento a favore di una Mobilità Nuova: un forte incremento della mobilità collettivapedonale e inbicicletta, per un recupero di salute e socialità, nella convinzione che l’attuale modello di mobilità presenti limiti forti e ricadute negative sulla nostra qualità della vita.

Finora oltre 1680 cittadini della regione hanno sottoscritto la petizione mentre l’invito rivolto ai candidati Presidenti e Consiglieri di dichiarare il proprio impegno a realizzare una serie di obiettivi concreti se verranno eletti è stato accolto da una quarantina di candidati consiglieri e ben 3 candidati Presidente su 4 (Galluccio, Bandelli e Serracchiani) ma non l’attuale presidente Tondo.

Durante la conferenza stampa di oggi sono intervenuti i seguenti candidati, che hanno sottoscritto gli impegni per la mobilità nuova: Rita Auriemma (SEL), Roberto Crucil (Cittadini per Serracchiani), Fulvio Di Cosmo (indipendente M5Stelle), Laura Marcucci (PD), Gian Carlo Murkovic (Cittadini per Serracchiani) e Jacopo Zanardi (Movimento 5Stelle).

I candidati che non avessero ancora preso i loro impegni lo possono fare su: http://www.mobilitanuovafvg.it  sottoscrivendo alcune o tutte le proposte concretamente realizzabili sui temi della campagna: Sicurezza sulle strade, Trasporto Pubblico, Mobilità urbana, Turismo sostenibile, Pedonalità, Ciclabilità e promozione del trasporto collettivo.

Gli impegni riguardanti la sicurezza sulle strade comprendono proposte molto concrete: la Regione deve promuovere con apposite linee guida le zone 30, rifinanziare i percorsi casa-scuola, dare particolare attenzione alla sicurezza di pedoni e ciclisti, bambini e anziani nelle sue campagne di informazione ed educazione stradale.

Per la mobilità urbana – come ha sottolineato Stefano Cozzini di Ulisse-FIAB – proponiamo una nuova legge regionale sulla ciclabilità, finanziamenti per l’intermodalità degli spostamenti (bici-trasporto pubblico, parcheggi bici) oltre a misure per favorire il car sharing e istituire delle centrali di mobilità che diano informazioni ai cittadini su tutte le opportunità di spostamento, compresi i bike sharing e il car pooling. L’obiettivo è quello di riequilibrare i modi di spostarsi in città (ora in Italia domina l’automobile) in modo che le quote di spostamenti a piedi, in bici e coi mezzi pubblici insieme superino la quota degli spostamenti in auto e in  motorino.

Nell’ambito del trasporto pubblico – ha ricordato Andrea Wehrenfennig di Legambiente – al primo posto sta la richiesta di revocare i recenti tagli, che danneggiano i cittadini e in alcuni casi li obbligano a usare l’auto, poi si richiede alla Regione di creare i servizi di trasporto a chiamata e offrire una tessera unica regionale, dando anche agli utenti un’informazione unitaria grazie alle nuove tecnologie. Chiediamo inoltre di recuperare la linea Gemona-Sacile e bloccare ulteriori dismissioni della rete ferroviaria da parte di RFI.

Per finanziare questa nuova mobilità in un periodo di crisi – ha detto Dario Predonzan del WWF – abbiamo proposto ai candidati di impegnarsi ad utilizzare gli ingenti finanziamenti ora sprecati – anche dalla Regione – in progetti di grandi opere infrastrutturali inutili e dannose, I cittadini hanno diritto a un buon servizio di trasporto pubblico e la politica devedare la priorità ai bisogni dei cittadini.

Per il turismo sostenibile si chiede di incentivare l’offerta destinata al turismo scolastico, di completare la rete delle ciclovie a livello regionale per usi turistici, di promuovere tutte le forme di mobilità dolce nella promozione del turismo in Regione.

Infine, la rappresentante di ISDE (Medici per l’ambiente), Alessandra Lepore, ha ricordato le proposte per favorire la mobilità nuova anche come forma di prevenzione primaria per la salute, la socialità e la sicurezza, diffondendo i pedibus e le modalità di percorso casa-lavoro in bici, il trasporto pubblico e il car pooling, modalità che porterebbero indubbi vantaggi anche dal punto di vista economico.

La Regione dovrebbe impegnarsi anche nelle campagne internazionali, come la Settimana Europea della Mobilità sostenibile.

Del resto la campagna “Mobilità Nuova FVG: al centro le persone” è stata inserita fra le campagne per la mobilità urbana riconosciute dalla Commissione Europea e pubblicizzate sul sito dotherightmix.eu

La campagna si inserisce in un grande movimento per la Mobilità Nuova a livello nazionale, che segnerà la sua presenza con una grande manifestazione a Milano il 4 maggio 2013 “L’Italia cambia strada: pedali, pedoni e pendolari per una mobilità nuova” e si collega ad altre iniziative in regione, come la biciclettata che si terrà a Udine nel pomeriggio del 13 aprile per la sicurezza sulle strade e la mobilità sostenibile.

Le associazioni promotrici della campagna:

FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Legambiente, ISDE – associazione italiana medici per l’ambiente, ACP -Associazione Culturale Pediatri, WWF, U.N.I.Vo.C. – Unione Nazionale Volontari pro Ciechi e AIFVS – Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada.

Riferimenti:

Andrea Wehrenfennig, cell. 3887219510

Stefano Cozzini, cell. 3200709983

http://www.mobilitanuovafvg.it

 

info@mobilitanuovafvg.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>